Chi firmò il Patto di Londra per l'Italia?

Guglielmo Imperiali di Francavilla

Il Patto di Londra fu firmato dal marchese Guglielmo Imperiali di Francavilla, ambasciatore e senatore del Regno d'Italia. Con la firma del trattato in data 26 aprile 1915, l'Italia si impegnò a entrare in guerra entro un mese a fianco della Triplice intesa (Francia, Russia e Regno Unito), in cambio avrebbe ottenuto numerosi compensi territoriali. I firmatari per le altre nazioni furono: Edward Grey per il Regno Unito, Pierre-Paul Cambon per la Francia e Alexander Benckendorff per la Russia. Il Patto fu stipulato segretamente, senza il consenso del parlamento che in maggioranza era neutralista. Fu reso pubblico dai bolscevichi nel 1917 per denunciare la condotta del precedente governo russo, ovviamente ciò provocò grande imbarazzo per l'Intesa e sopratutto per l'Italia. Alla fine del conflitto si decise di bandire la diplomazia segreta, perciò il trattato non venne riconosciuto.

Quanto utile ti è stata questa pagina?

0 Voti
antonio salandra, presidente del consiglio durante la prima guerra mondiale


Chi fu Presidente del Consiglio all'inizio della prima guerra mondiale?

Bandiere degli Stati che compongono l'Europa


Quali nazioni erano alleate con la Triplice Intesa?

Mappa dell'Italia con i territori promessi dal Patto di Londra.


Perché l'Italia non ricevette tutti i territori del Patto di Londra?